Il testamento cos'è, e quali sono le sue caratteristiche?

Aggiornato il: mar 17

Il TESTAMENTO è regolamentato dell’art. 587 del codice civile che recita: “Il testamento è un atto revocabile con il quale taluno dispone, per il tempo in cui avrà cessato di vivere, di tutte le proprie sostanze o di parte di esse”. Il testamento rappresenta l’unico strumento possibile per poter disporre dei propri beni dopo la morte. La libertà e la revocabilità sono prerogative essenziali, garantite dalla Legge per il testatore. La libertà di disporre dei propri beni per testamento però è limitato, questi limiti li impone proprio la Legge. infatti è possibile disporre a proprio piacimento in mancanza di familiari prossimi; se invece il testatore ha parenti stretti, può disporre per testamento solo di una parte del proprio patrimonio in quanto ha l'obbligo di rispettare la "legittima". La libertà del testatore è garantita dalle norme che vietano:

  • i “patti successori” (ogni disposizione successoria contenuta in un contratto o legata a disposizioni successorie di altri è nulla);

  • il ”testamento congiunto” (atto unico con il quale due persone dispongono in favore di un terzo);

  • il “testamento reciproco” (atto unico con il quale due persone dispongono dei propri beni in modo simmetrico, in pratica uno a favore dell’altro).

Il testamento può essere revocato in ogni momento, senza alcuna limitazione. Nessuno può rinunciare alla facoltà di revoca ed ogni clausola o condizione posta alla revocabilità è nulla. Il testamento è un atto personale, non può cioè essere redatto da terzi o da un rappresentante per esempio il Notaio.

Tipi di testamento Il legislatore ha previsto tre forme ordinarie di testamento, cui poi si aggiungono i cosiddetti testamenti speciali:

IL TESTAMENTO OLOGRAFO: è la forma di testamento più semplice. Per redigerlo è sufficiente scrivere di proprio pugno le disposizioni di ultima volontà su qualunque foglio, datarle e sottoscriverle. IL TESTAMENTO PUBBLICO: prevede la presenza di un Pubblico Ufficiale, come il Notaio. Per redigere un testamento pubblico è opportuno recarsi dallo stesso, il quale, alla presenza di due testimoni – metterà per iscritto le volontà dichiarate.

IL TESTAMENTO SEGRETO: Si tratta di un testamento di cui il Notaio e i testimoni ignorano il contenuto. Alla presenza di due testimoni il Notaio riceve il testamento, che può essere sigillato dal testatore stesso o dal Notaio al momento del ricevimento. Questa pratica è utilizzata di rado.

I TESTAMENTI SPECIALI: sono testamenti ai quali si ricorre solo quando non è possibile redigere un testamento ordinario. I testamenti speciali prevedono una semplificazione delle formalità ma la loro validità è limitata.


13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
  • Facebook
  • Instagram
  • LinkedIn
  • RSS
  • whatsapp_edited_edited

P.Iva 06865630823

CCIAA/REA N° PA-421498

info

___________

Via Rossini 78/80 -  Trappeto (PA) 90040 (Sede legale) 

334 310 9729 

info@studioimmobiliareaccetta.it